business-plan

Business per freelance: i termini da sapere assolutamente

Pubblicato su 24 gennaio, 2014 da Manuel Ricci in Business

Business… molti hanno una vocazione naturale per farlo, altri un po’ meno, ma per fare bene il nostro lavoro da liberi professionisti rendendo il nostro profilo economico più completo e funzionale, dobbiamo assolutamente sapere 8 semplici termini, che ho riassunto nella seguente infografica e che spiegherò uno ad uno più avanti.

infografica termini business

ROI (Return Of Investiment)

Acronimo di Return Of Investiment sta ad indicare il ritorno economico dopo un investimento.

Pensate ad esempio ad una campagna adWords il cui budget mensile che gli date in pasto è di 100€, se la campagna avrà successo e coprirete la spese dei 100€ guadagnandone magari 200€ avrete un ROI complessivo di 100€.

Un case study interessante è la campagna pubblicitaria su Facebook di  Samsung e il suo smartphone Galaxy S3, tramite la quale ha generato il 1200% di ROI (non male!).

Passività

Conosciuta anche come debito, sono quelle situazione non proprio gradevoli, dove il freelance ha le finanze in rosso, quindi il mio consiglio è di tenere sempre sotto controllo le proprie finanze così da non aver mai problemi economici, sopratutto nel momento in cui bisogna pagare le tasse

B2B (Business to Business)

In termini finanziari si parla di commercio tra società.

Per rendere più concreta la definizione di B2B, prendi te stesso, freelance e nominati “Business A”, trovi un’azienda interessata ai tuoi servizi e la chiami “Business B”, una volta entrati in trattativa si sta parlando di B2B, dato che vendi ad un’azienda e non ad un cliente fisico.

B2C (Business to Consumer)

Il B2C è la controparte del B2B, dato che prevede la vendita dei propri servizi ad una persona fisica, ad esempio un cliente ci chiede di realizzare dei flyer per il suo matrimonio, lui è il consumatore finale, quindi non c’è di mezzo nessuna organizzazione a parte il “Business A” che sei tu.

Profitto

Una parola dal suono melodioso e che piace a tutti, in termini tecnici il profitto è la somma di denaro che otteniamo dalla vendita dei nostri servizi, sottraendone ovviamente tutte le spese intercorse e le tasse

Per fare un esempio, il vostro costo per dei flyers è di 600€ e per stamparli il costo è di 200€ e le tasse ammontano a circa 132€ il profitto sarà di 268€.

Business Plan

Se stai per iniziare un nuovo progetto è sempre buona cosa realizzare un piano così da tenere sempre sott’occhio i propri obiettivi, capire come raggiungerli in maniera facile e veloce e sopratutto valutare la loro fattibilità.

Fattura

In altre parole il conto.

Un documento che riassume tutte le spese, da consegnare al nostro cliente affinché lo possa esaminare e versarci il denaro nella forma di pagamento stabilita al momento di stipula del contratto.

Fornitore

L’attività commerciale o la persona che ti vende un servizio, ad esempio il web hosting o semplicemente la cancelleria per la tua attività. Nell’ottica del cliente i fornitori siamo noi che gli vendiamo le nostre conoscenze per dare una spinta al suo business.

Conclusioni

Conoscevi i termini che ho riportato in quest’articolo? Secondo te ci sono altri termini che bisogna aggiungere al dizionario di ogni freelance? Fammelo sapere nei commenti.