attività da evitare nella seo

5 attività SEO da evitare nel 2014

Pubblicato su 14 aprile, 2014 da Manuel Ricci in SEO

Nell’ultimo anno Google ha aggiornato centinaia di volte il proprio algoritmo ai fini di rendere il web un posto migliore dove navigare. Purtroppo però, per colpa dei soliti noti, i quali svolgono attività spammose, Google e la SEO stanno diventando sempre più restrittivi e lo saranno ancora di più in futuro. 

Quando Big G aggiorna il proprio algoritmo migliaia di siti web scompaiono dalla SERP, bannati perché spammosi, oppure le persone che li gestiscono non fanno bene il proprio lavoro.

Quello di cui ti voglio parlare oggi sono le 5 attività SEO che devi evitare assolutamente, in modo da ottimizzare al meglio il sito web alla quale stai lavorando e spiccare il volo verso le più alte posizioni della SERP senza sgradevoli zavorre.

Concentrarsi solo sul link building e non sulla parte social

Il fatto che i social sono divenuti sempre più importanti nelle principali strategie di marketing è innegabile, ciò non cambia anche per quanto riguarda la SEO, fare una sana attività di link building è sempre cosa buona e giusta, ma i social network sono un fattore importantissimo per creare una rete di utenti fidelizzati con il tuo brand.

Space Web Design ad esempio ha come principale fonte di visite, per quanto riguarda i social network,Google Plus, grazie al quale, sopratutto nei primi periodi di attività, mi ha offerto un enorme visibilità.

Il mio consiglio è quello di usare un ottimo tool per la gestione dei social network come può essere buffer o hootsuite e cominciare a pubblicare su delle pagine dedicate, news del tuo settore e ovviamente i contenuti che scrivi per il tuo sito o blog.

Non dimenticarti inoltre,  di inserire nel tuo blog i social widget che permettono agli utenti che arrivano da altre fonti di trovarti più facilmente sui social network alla quale sono iscritti.

Utilizzare troppe keyword

Utilizzare troppe keyword non aiuta al posizionamento, è una realtà sconosciuta praticamente a tutti i neofiti della SEO, ancora adesso molti SEOer tendono a creare un calderone di keyword per un singolo post o pagina, in modo che Google si accorga di loro e li posizioni adeguatamente nella SERP, purtroppo il posto più adeguato secondo Google per questo tipo di attività è una penalizzazione di grandezza indefinita. Ricordati sempre, che una grossa quantità di keyword, nella maggior parte dei casi è sinonimo di spam.

Il mio consiglio, anche se per molti miei colleghi può sembrare un eresia, è di evitare qualsiasi tipo di keyword e di concentrarti sui topic e sui trend del momento.

Evitare il mobile

Se controlli il tuo account analytics potrai notare che la maggior parte delle visite approda al tuo sito tramite un dispositivo mobile, ignorare questo dato, vuol dire ignorare la maggior parte delle tue visite presenti e ancor di più quelle future.

Utilizzare un template responsive per il tuo sito, ti aiuterà a migliorare la User Experience, facendo aumentare il tempo di permanenza sul tuo sito degli utenti che navigano dispositivo mobile.

Dai il giusto valore ai backlinks

Quando si inizia un’attività di link building i meno esperti, tendono a pubblicare a caso i link del proprio sito, in modo da incrementare i link entranti nel loro e sito e migliorarne la presenza online, ma nello svolgere questo tipo di attività, il più delle volte non si accorgono di pubblicare il link in siti di qualità scadente.

Quando si vuole pubblicare il link del proprio sito, bisogna sempre controllare il valore effettivo del sito nella quale stiamo pubblicando, altrimenti è come accettarsi le gambe da soli e come puoi immaginare non è una cosa tanto piacevole.

Stesso anchor text

Rimanendo in tema di link building, bisogna fare attenzione anche alle anchor text che si utilizzano per linkare al proprio sito, se si utilizzano sempre le stesse parole, Google inevitabilmente vi scambierà per spam e il vostro sito sarà in pericolo.

Utilizzare sinonimi e frasi che descrivano la tua keyword principale può essere un valido modo per migliorare notevolmente la tua attività di link building.

Software automatici

Per fare in modo che il tuo sito, resti al sicuro dagli update di Google, evita qualsiasi tipo di automatizzazione che possa farlo identificare come sito di spam. Se non puoi evitare di usarli, mentre svolgi le tue attività SEO, il tuo sito sarà sempre a rischio di penalizzazioni.

Conclusioni

Quello che ti ho riportato in questo articolo oggi, sono le attività SEO che io consiglio di evitare assolutamente, per mantenere la tua attività di SEO linda e pulita e per tenere lontano dalle penalizzazioni il tuo sito internet.