Google Adwords è la piattaforma di advertising più famosa del mondo, permette di inserire banner, annunci pubblicitari nelle pagina di Google o nei siti che utilizzano Google AdSense. Solitamente questi annunci vengono visualizzati in alto e in basso in un box giallo e a destra in una colonna con sfondo bianco, si può dire quindi che circondano i risultati di ricerca indicizzati naturalmente dall’algoritmo di Google.esempio annunci google adwords

Gli annunci vengono pubblicati, in una data pagina di ricerca o sito web, da un algoritmo che tra le tante variabili che elabora, prende in considerazione le parole chiave digitate dall’utente durante la ricerca. Così verranno mostrati annunci pertinenti in base agli interessi dell’utente.

Questo tipo di annunci ha rivoluzionato il campo della pubblicità, “ridicolizzando” i normali canali con la quale si era soliti pubblicare gli annunci (TV, Giornali, Cartelloni, ecc.), infatti con Google AdWords sarà possibile sarà possibile ottimizzare il proprio investimento, raggiungendo milioni di utenti in pochi minuti e portare contatti e vendite a livelli spaziali.

Inoltre Google AdWords è la fonte di remunerazione principale per Google, che nel 2013 gli ha permesso di guadagnare la modica cifra di 50 miliardi di dollari.

Le campagne in Google Adwords

Le campagne di Google Adwords si basano su un sistema Pay Per Click (PPC), ciò vuol dire che l’inserzionista esborsa del denaro solo nel caso un’utente clicca l’annuncio, il valore del click varia in base al costo della keyword sulla quale ci si vuole posizionare, più alta è la concorrenza, più la keyword sarà economica, viceversa se la parola chiave ha una bassa concorrenza, il prezzo della parola chiave sarà più alto.

Gli annunci che Google AdWords permette di creare sono: annunci di testo, banner e rich-media ad.

  • Gli annunci di testo sono composti da una headline di 25 caratteri, una riga che contiene l’indirizzo del sito dell’inserzionista e due linee di 35 caratteri ognuna.
  • I banner sono come ce li si può immaginare, interattivi, in movimento, creati seguendo determinati standard e sono posizionati solo ed esclusivamente nella rete display, quindi non nelle pagine di ricerca di Google, ma nei siti che adottano il sistema AdSense.
  • Infine i rich media ad, sono pensati per le attività locali dove infatti è possibile inserire anche i propri contatti affinché sia più facile per l’utente reperire le informazioni necessarie, questo tipo di annunci sono utili sopratutto se indirizzati ai dispositivi mobili.

Per ulteriori informazioni visita il sito ufficiale di Google AdWords e segui quel brav’uomo di Perry Marshall, guru per quanto riguarda AdWords e Facebook ads.