google plus tips

Google Plus divide lo scenario in coloro che credono nella piattaforma e in coloro che lo considerano già bello che morto e sepolto.

Per molti SMM la conoscenza di questo sito è superficiale e questo, a mio avviso, non permette di cogliere le sfumature che rendono Google Plus unico nel suo genere. In questo articolo elencherò i 13 trucchetti che mi hanno permesso di portare la mia esperienza su Google Plus ad un altro livello.

Determina se Google Plus è giusto per il tuo Business

La Global Web Index quest’anno ha effettuato un studio sugli utenti di Google+ e hanno inserito il tutto in una semplice infografica che riporto qui sotto:

Infografica sugli utenti di Google PlusPer scaricare l’infografica visita il sito della Global Web Index

Come si evince dall’infografica la crescita percentuale degli account creati è salita del 10% in due anni, facendo una maggior presa sui mercati in via di sviluppo come l’India.

Il pubblico su Google Plus è giovane, con un età compresa tra i 16-34 anni di cui il 64% sono più maschietti.

Il 60% degli utenti segue attivamente le pagine di alcuni brand, retwettando e visitando le pagine per tenersi sempre aggiornati.

Il 73% degli utenti di Google Plus possiede anche un account di Facebook, differenziare i contenuti tra un account e l’altro potrebbe essere una strategia vincente per mettersi in sacoccia un numero di interazioni maggiore.

Google+ è un social network, ma è anche altro, un social Layer perché puoi utilizzarlo oltre la piattaforma, sfruttando gli aspetti “social” degli altri servizi Google.

Google+ non è paragonabile con nulla, perché non c’è un prodotto simile. Una Social Spine che attiva e rafforza l’intero ecosistema Google, che influenza ed integra i servizi più utilizzati della rete tra cui Google Search. (cit Salvatore Russo)

Questi a mio avviso sono i dati più importanti che devi osservare per capire se Google Plus fa per te, oppure no.

Ottimizzare la tua immagine di copertina

copertina di google plus con porzione riflessa

L’immagine di copertina del proprio profilo ha delle misure standard da rispettare per poter essere caricata e pubblicata. Ritaglia l’immagine che desideri rispettando le seguenti misure:

  • Raccomandata: 1080 x 608 px
  • Minima: 480 x 270 px
  • Massima: 2120 x 1192 px

La parte sinistra (dietro l’immagine profilo, follower e compagnia bella)  è una porzione dell’immagine di copertina riflessa.

Luke, usa le shortcuts

Come web designer e programmatore adoro le shortcuts da tastiera, mi semplificano la vita e non mi fanno perdere tempo con mouse o trackpad. Google Plus offre una serie di shortcuts che non potrai fare a meno di adorare. Qui di seguito la lista delle shortcuts che puoi usare su Google Plus:

shortcuts da tastiera su google plus

Per usare Google Plus come un esperto la prima regola da rispettare è mai toccare il mouse o il trackpad. Personalmente trovo molto comodi “r” e “v”, permettono un’interazione più rapida con il post che sto osservando.

Formatta i tuoi posts

Una delle tante figate che costellano Google Plus è sicuramente la formattazione del testo. Qui di seguito puoi trovare le tue opzioni:

  • *Testo in grassetto* = Testo in grassetto
  • _Testo in corsivo_ = Testo in corsivo
  • -Testo barrato- = Testo barrato

Personalmente adoro questa funzionalità e l’inserimento dei caratteri speciali per poter formattare il testo fa molto geek, ma se pensi di non ricordarteli o cerchi un metodo più veloce per formattare il testo Giuliano Ambrosio qualche tempo fa consigliava il seguente plugin:


Ottimizza la tua immagine profilo

Il cerchio non entra nel quadrato e il quadrato non entra nel cerchio…non per Google Plus. Un immagine quadrata è il miglior formato, perché il rendering finale dell’immagine è un cerchio. Le grandeze ideali sono:

  • Ideale: 250 x 250 px
  • Minima: 120 x 120px

Quando carichi l’immagine, ricorda che, viene tagliata. Se il logo della tua azienda possiede un bordo super mega cool c’è la possibilità che non venga visualizzato per via del ritaglio.

Chi deve vedere cosa

Quando ancora si chiamava Google ME le cerchie avevano fatto breccia nel mio cuore e sono tutt’ora oggi un punto di forza del Social Network di Big G.

Quando scrivi un post da pubblicare su Google Plus il campo “A:” è di default impostato su pubblico, ciò significa che chiunque può vedere il post che stai per pubblicare. Ci sono occasioni in cui, però, il post non può essere visualizzato da tutti. Se ad esempio vogliamo pubblicare un post solo ed esclusivamente su un gruppo di cui facciamo parte, basterà editare il campo “A:” con il nome del gruppo desiderato.

pubblicare con un cerchia specifica

Se non vuoi pubblicare su un gruppo, ma solo ad una cerchia di amici, ti basterà inserire il nome della cerchia “Amici” e condividere il post  e il gioco è fatto.

Tagga una persona

Se vuoi condividere pubblicamente il tuo post, ma vuoi coinvolgere qualcuno di specifico, devi semplicemente taggare questa persona utilizzando il carattere più (+) seguito dal nome della persona o del brand.

taggare una persona su google plus

Ops! ho sbagliato

Errori di battitura, errori grammaticali o la formattazione del testo non è andata a buon fine? Nessun problema, puoi editare il tuo post nel menu specifico. Ti basterà cliccare la freccia nel lato in alto a destra del post e cliccare “Modifica Post”.

modificare un post su google plus

#Hastags #All #The #Things

Per far ricercare il contenuto che hai pubblicato, Google Plus ti permette di utilizzare gli hashtags. Fatti trovare e attrai nuovi followers!

hashtag all the things

Hashtag giusto al posto giusto

Instagram, Pintereset, Twitter e Facebook e Google Plus hanno utenze differenti e con interessi differenti. Su Google Plus si utilizza un linguaggio differente.

Per trovare l’hashtag adatto ad ogni occasione, vai su: https://plus.google.com/explore

Inserisci il tuo hashtag ed esplora gli altri contenuti

ricerca tramite hashtag

Ogni tanto affianco alla tabella della figura qui sopra compare anche la casella con i trend più in voga.

Pocket per il web, una cerchia per Google Plus

Quando sono in metropolitana o in treno, non ho il tempo di leggere gli articoli che trovo sullo stream di google plus. Come fare? Su altri social network apro il link e salvo la pagina su pocket, su Google Plus invece la solfa è diversa.

Ho creato una cerchia chiamandola “Lo leggo più tardi” ed ogni volta che trovo un articolo degno di attenzione lo condivido con questa cerchia vuota. La sera, dopo una sana partita ad Halo 4, apro Google Plus e visito la cerchia e leggo tutti gli articoli “salvati”.

Analizza i dati delle tue pagine

Come altre piattaforme social, Google Plus fornisce al gestore di una pagina il proprio strumento di analisi. Per trovarlo basta cliccare sull’icona quadrata affianco alla campanellina delle notifiche e cliccare la voce “statistiche”.

statistiche pagina google plus

Le statistiche fornite sono:

  • Visibilità: quante persone hanno visto il tuo post.
  • Engagement: quante persone hanno commentato, condiviso o plussato il tuo post.
  • Pubblico: suddivisione del tuo pubblico in base al sesso, età e nazionalità

Come statistiche è molto scarno, ma se interpretate al meglio sono uno strumento ottimo per la gestione della propria pagina su Google Plus.

Google Plus è tutto da scoprire

Sia che tu sia un novellino o un utente veterano della piattaforma di Big G, ci sono sempre cose nuove da scoprire, per questo ti consiglio di acquistare il libricino di Salvatore Russi in merito. Con “Scopri Google Plus e conquista il web” affronterai un viaggio pieno di scoperte utili e divertenti. Le enormi opportunità che questa piattaforma ha da offrire ti saranno finalmente chiare.

Il libro ti aiuta a riconoscere gli errori più classici e quelli più subdoli e infami. Ti verranno fornite le informazioni tecniche, strategie di conversazione e metodiche di condivisione dei tuoi contenuti per ottenere sempre il massimo.

Tutto è spiegato nei minimi dettagli, ma non aspettarti il classico manuale logorroico e noioso: ti troverai a ridere nei momenti più inaspettati, a riflettere su quanto puoi fare online e ad elaborare nuove strategie comunicative.

Acquista subito il libro di Salvatore su Amazon

Conclusione

Ho dimenticato qualcosa? Hai dei consigli su come utilizzare al meglio Google+? Fammelo sapere e non dimenticarti di condividere l’articolo.