restare concentrato

Restare concentrato su quello che stai facendo non è sempre semplice, ogni singola cosa intorno a te può diventare una distrazione, dal pulviscolo atmosferico fino al senso della vita, tutto ti potrà sembrare più interessante rispetto a quello che stai facendo in quel preciso istante. Come devi fare per rimanere concentrato sulle tue task, senza perderti nelle pagine della fauna africana su wikipedia? L’articolo di oggi verterà proprio su dei piccolo stratagemmi che uso per rimanere concentrato più a lungo sui lavori che svolgo.

Il multitasking è da abolire

Per ottimizzare i tempi e renderti più efficiente, ti avranno detto che il multitasking è la soluzione per eccellenza. Chi non hai mai visto persone intente a svolgere più di un attività alla volta? Tutte quelle persone super indaffarate hanno una cosa in comune…almeno una delle attività che stanno svolgendo in simultanea la staranno svolgendo sicuramente male.

Questo perché quando ti concentriamo su più cose alla volta, commetti errori, non cogli le differenze, ti sfuggono di mano situazioni che non dovrebbero e formuli pensieri sbagliati, in altre parole diventi una vera e propria frana.

Una soluzione a tutto questo potrebbe essere una suddivisione più omogenea delle proprie attività, svolgendone una alla volta prestando loro del tempo prestabilito e gestire tutte le proprie attività più tranquillamente.

Priorità ai lavori creativi

Ogni scelta che il nostro cervello fa è uno sforzo e come ogni sforzo affatica il muscolo.

Quando entri in ufficio al mattino o ti alzi dal letto e ti siedi alla scrivania come il sottoscritto, le prime attività che svolgi sono la cancellazione delle email e altre task minori che non vuoi trascinarti dietro per tutta la giornata, svolgerai così i lavori creativi in tarda mattinata o nel primo pomeriggio.

Ricorda sempre che dopo un ora di lavoro costante, il tuo cervello non è più “fresco” come un ora prima, perdere metà mattinata nella cancellazione delle email stanca il cervello e ti rende meno efficiente nei lavori creativi.

Tutto ciò che devi fare quindi è girare la tua lista iniziando con i lavori creativi appena entri in ufficio e svolgere task più semplici a fine giornata, così da concludere in leggerezza.

Il tempo ti è nemico

Secondo recenti studi condotti su migliaia di persone, risultiamo esseri più concentrati per sole sei ore a settimana, sono meno di una normale giornata lavorativa, che cosa bisogna fare? Se sei furbo collocherai le tue attività in quelle ore!

Lo studio inoltre sottolinea altri aspetti interessanti, come ad esempio che la maggior parte delle persone si concentra maggiormente al mattino o in tarda serata, inoltre il 90% delle persone ha idee brillanti al di fuori dell’ambiente lavorativo, ad esempio io scrivo gli articoli del blog ed altre attività di media importanza la sera, perché mi risulta molto più facile portarle a termine rispetto al mattino e penso ai miei progetti mentre cammino nel parco dietro casa mia.

Esercita il tuo cervello come un muscolo

Ritornando alla prima parte dell’articolo, se il multitasking è di norma, il tuo cervello si sarà ormai abituato. Avrai quindi perso l’abilità di rimanere concentrato e ogni distrazione sarà un buon motivo per smettere di fare l’attività che si stava svolgendo.

Il cervello deve essere allenato, devi fare pratica sulla concentrazione, spegnendo tutte le distrazioni e incanalare tutta la tua attenzione su singole attività. Progredisci in maniera graduale, magari facendo inizialmente 5 minuti al giorno aumentando via via che migliori.

Conclusioni

Ognuno ha i proprio orari, io studiavo alle 11 di sera perché era molto più semplice per me ricordare, come freelance svolgo alcune attività di media importanza la sera, perché le trovo molto più semplici da svolgere.

Inoltre per esercitare il mio cervello ho sempre usato la tecnica del pomodo, che consiglio sempre vivamente a tutti.

Tu hai dei trucchetti per restare concentrato? Fallo sapere a tutti nei commenti qui sotto.