nostalgia ed engagement

Ti sei mai soffermato a ricordare qualcosa che ha caratterizzato la tua giovinezza? Ogni tanto mi capita di ripensare al Burghy, alla Pepsi Cola Blu, a quando c’erano solo 151 Pokemon e ai Biker Mice da Marte. Questa nostalgia dei tempi passati si trova alla base di un’attività di marketing che coinvolge il sentimento per aumentare l’interazione.

L’attività è semplice: far ricordare qualcosa del passato alla propria community. Un esempio è il famosissimo hashtag throwback thursday o tbt dove vengono pubblicati vecchi ricordi legati al marchio o ad un evento.

Il marchio Star Wars, utilizza regolarmente questo hashtag per raccontare i retroscena della trilogia originale. Ai tempi nessuno immaginava cosa fosse un social network, ne tanto meno avrebbero realizzato un VHS con il dietro le quinte e i bloopers. Grazie a questo “viaggio nel tempo” si possono scoprire numerosi dettagli, come ad esempio i campi di asteroidi fatti con le patate.


Il fenomeno della nostalgia come vettore di engagement merita di essere trattato, dato che a conti fatti è un metodo che funziona! A seguire parlerò delle principali ragioni per cui la nostalgia gioca un ruolo fondamentale nell’aumento dell’engagement.

Il giusto target

La generazione conosciuta come “Millennials”, cioè i nati tra gli anni 80 e 90, è diventata la più diffusa al mondo. Basti pensare che solo negli Stati Uniti, coloro che rientrano nel ventennio d’oro spendono 600 miliardi di dollari all’anno nei più disparati settori del mercato.

Una così ampia percentuale di persone sommata ad una fortissima capacità d’acquisto, rendono i “Millennials” il target ideale. In aggiunta, bisogna sottolineare che fanno largo uso dei social media e sono i principali fattori di aumento  dell’engagement. Insomma, se stai pensando di iniziare delle attività di marketing nostalgia-oriented, sai a chi rivolgerti 😉

Non sempre si parla di passato

La nostalgia non è necessariamente limitata ai prodotti che hanno avuto successo 10-20 anni fa. Possono essere anche prodotti visti di recente. Li abbiamo visti sugli scaffali, comprati e apprezzati talmente tanto che il produttore ha riproposto l’iniziativa anche l’anno successivo. Questi prodotti godono di un alto engagement dato il loro consolidato successo.

Prendiamo ad esempio “Condividi Una Coca Cola” di Coca-Cola  che nel 2013 mise sul mercato 350 milioni di lattine e bottiglie personalizzate con 150 tra nomi comuni e nomignoli. L’iniziativa fece un successo enorme, la quale viene ancora oggi riproposta con le personalizzazioni che hanno caratterizzato la campagna #CondividiUnaCocaCola o con varianti come #DilloConUnaCanzone.

coca cola personalizzata

Campagna #CondividiUnaCocaCola di Coca Cola

La nostalgia può rivitalizzare un prodotto fallito

Ci sono prodotti degli anni passati che non sono mai stati dimenticati dai consumatori. Grazie ai social network e a gruppi dedicati alcuni brand hanno riportato sul mercato dei loro vecchi prodotti, vedi Algida con il Winner Taco in Italia o Coca Cola con la Surge Soda negli Stati Uniti.

Il Winner Taco è un perfetto esempio di un prodotto nostalgico che inizialmente era un gelato come tanti, ma che è stato rimesso sul mercato grazie alla nostalgia e all’hype.

winner taco

Il Winner Taco è tornato

Il ritorno del gustoso taco gelato è dovuto al grande “rumore” fatto da alcuni nostalgici su un gruppo su Facebook (Ridateci il Winner Taco). Algida non ha potuto ignorare questa crescente richiesta ed ufficializzò il ritorno del Winner Taco tramite la propria pagina ufficiale con il seguente messaggio:

“Avete fatto così tanto rumore da risvegliare un orso polare dal suo letargo. Winner Taco è tornato! #winnertaco

Se vuoi saperne di più sulla vicenda di Algida e il ritorno del Winner Taco, ti consiglio di leggere l’intervista a Tommaso Vitali.

Per quanto riguarda la Surge Soda, citata in precedenza, si tratta di un caso molto simile a quello del Winner Taco di Algida. La Surge era una bibita in voga tra la fine degli anni 90 e i primi del 2000, purtroppo nel 2002 la produzione terminò. Un gruppo su Facebook chiamato “Surge Movement” spinse Coca-Cola a riconsiderare la Surge Soda per un futuro reinserimento negli scaffali. Attualmente è in vendita su Amazon.com.

Usare eventi e anniversari per attività di marketing

Quest’anno è stato impossibile non notare l’anniversario di Ritorno al Futuro. La fortunata serie cinematografica è stata usata da numerosi brand per sponsorizzare i propri prodotti, inclusa ovviamente la Pepsi, la quale ha reso disponibile sul proprio sito in edizione limitata la Pepsi Perfect che compare nel secondo film della trilogia.

Il 21 ottobre 2015 esisteva solo Pepsi

Il 21 ottobre 2015 esisteva solo Pepsi

Un altro caso di utilizzo di un evento importante è sicuramente quello legato al marchio di Star Wars. Marchi come Tim, HP, Duracell, GameStop e tra un po’ anche la parrocchia di zona stanno usando la popolarità della saga cinematografica più spettacolare di tutti i tempi per promuovere i propri prodotti.

Conclusioni

Come hai potuto notare, la nostalgia può essere un potente vettore per far crescere l’engagement della propria community. Tu hai mai usato questo stratagemma per aumentare l’interazione con i tuoi fan? Sarò felice di fare due chiacchiere nei commenti.