Era il 2010, quando Ethan Marcotte scritte su “A List Apart” il famoso articolo riguardante il Responsive Web Design, da allora ne sono passati di articoli sotto i ponti e il termine Responsive Web Design, ti starà uscendo dalle orecchie. Perché allora ne parlo? Semplice, qui in Italia il concetto di “ottimizzato per il mobile” non è ancora molto chiaro, sopratutto le attività che già posseggono un sito, ma che non è ottimizzato.

Cosa penso del Responsive Web Design

Quando lessi per la prima volta l’articolo di Marcotte, la mia prima impressione fu – WOW – tutte quelle cose fighe, così semplici da implementare, insomma ero come un bambino con un giocattolo nuovo. Poter adattare ad ogni schermo ogni elemento in modo da evitare quelle scomodissime scrollate orizzontali per poter leggere un articolo, rendere i contenuti più fruibili, con il tempo sono saltate fuori tante nuove tipologie di vantaggi scatenate dall’introduzione del Responsive Web Design e l’articolo di oggi mira proprio ad evidenziare le principali.

Come ho detto prima, se hai alcuni clienti un po’ ostici a rinnovare il sito, annotati questi punti e usali per spuntarla al meglio in discussioni spinose come il rinnovo grafico del sito.

Design fluido, adatto ad ogni dispositivo

il contenuto è come l'acqua

Il più grande vantaggio e motivo della nascita del Responsive Web Design è l’adattabilità, grazie alle grandezze fluide come le percentuali è possibile creare contenitori e contenuti in grado di adattarsi, come l’acqua, al contenitore nella quale sono “versati”.

Basandosi sulla grandezza dello schermo, il tuo sito si muoverà, il contenuto verrà riposizionato, le immagini e i font ridimensionati, il layout cambia e la navigazione viene migliorata per offrire una user experience efficiente, su qualsiasi tipo di dispositivo.

Manutenzione semplificata

Quando il RWD non esisteva o era solo un idea nella mente di Marcott, bisognava per forza di cose realizzare fogli di stile multipli, il più grande svantaggio? Il tempo impiegato nella manutenzione, anche solo per modificare il colore di una scritta si triplicava. Con il Responsive Web Design, tutto questo è stato semplificato, non c’è bisogno di scrivere più fogli di stile ne basta uno solo e grazie alle media queries è possibile intervenire in più layout senza perdere tempo prezioso che potrai dedicare ad altre attività.

Vantaggi per la SEO

Ebbene sì, anche la SEO trae i suoi vantaggi dal Responsive Web Design, grazie alla struttura dell’URL invariata tra una versione e l’altra, i vari crawler che abitano il web potranno indicizzare più velocemente e facilmente il tuo sito web, evitando quindi l’esistenza di contenuti doppi o non aggiornati.

Conversioni più alte

Se il servizio che stai promuovendo vende beni e servizi online, potrai convertire di più. Una navigazione semplificata nel tuo ecommerce contribuisce positivamente sulle vendite.

Incremento delle vendite da mobile

Non è più un segreto, il mobile sta attuando una gigantesca rivoluzione, per la prima volta qualche giorno fa gli adv online, hanno superato gli spot TV, un traguardo davvero impressionante, solo nel 2013 sono stati sfiorati i 7.7 miliardi di dollari in vendite tramite dispositivi mobili. Le persone usano i loro smartphone e i loro tablet per effettuare gli acquisti e l’implementazione di un layout responsive non può che giovare alle vendite.

Una user experience pulita

Se ancora oggi, pensi che il layout responsive possa sfigurare su smartphone e tablet; se pensi che il tuo potenziale cliente non apprezzi; se pensi che sia una perdita di tempo e se il tuo cliente ti dice che il mobile è una cosa passeggera (non sto scherzando, me l’hanno detto veramente), tutte queste preoccupazioni sono i killer peggiori  – credici! ed implementa un layout fluido, non te ne pentirai.

Il Responsive Web Design non è una moda

Nessuno si è svegliato un bel mattino e ha deciso di stravolgere il web, il Responsive Web Design è un esigenza e non una moda. Quando un azienda vende un prodotto valido e di alta qualità, la sua vetrina online, deve essere di altrettanta qualità e validità, se io vendessi un prodotto rivoluzionario e avessi un sito in flash, mi vergognerei non poco.

Qualche dato che non fa mai male

Prima della conclusione, dai un occhiata a questi dati e pensa al boost che il responsive web design, può dare ai tuoi beni e servizi.

  • 400 miliardi di dollari sono i ricavi degli eCommerce B2C nel 2013.
  • Gli Ad Mobile hanno sorpassato i 10 miliardi di dollari l’anno.
  • Il 78% degli americani usa il proprio smartphone per navigare.
  • Per il 2017 si prevede un aumento del 22.7% del traffico mobile dal 58% all’80.7%.

Dati incredibili, che non deludono, ma sorprendono anche in molte altre nazioni.

Conclusioni

Cosa pensi del Responsive Web Design, l’hai già implementato nei tuoi progetti? Stai spingendo i tuoi vecchi clienti a rinnovare il proprio sito in modo da restare al passo con i tempi?

Lascia un commento qui sotto e condividi l’articolo con il resto del mondo!