configurare wordpress seo by yoast

Se cerchi su Google il miglior plugin per fare SEO su wordpress la maggior parte dei risultati riguarda “WordPress SEO by Yoast”.

Con i miei clienti ho avuto modo di provare altri plugin per la SEO come ad esempio “All in one SEO”, ma la struttura e le funzionalità di WordPress SEO è senza dubbio migliore sotto molteplici punti di vista. In definitiva giudico il plugin sviluppato da Joost the Valk il migliore per svolgere attività di SEO, sia che esse siano basilari o avanzate.

Prima di iniziare la guida alla configurazione di WordPress SEO tengo a precisare quali sono i punti di forza di questo potentissimo plugin.

  • Supporta le Breadcrumbs le quali vengono create con una semantica per i rich snippet
  • Aggiunge al posto tuo l’autorship al tuo sito wordpress
  • Supporta Facebook Open Graph per i publisher
  • Ottimizza le pagine tramite Yoast Metabox
  • Controllo completo di titoli e meta description
  • Crea la sitemap per Google
  • Supporta gli RSS
  • Permette di editare il file .htaccess e robots.txt
  • Verifica il sito su Google, Yahoo, Bing

Installazione ed impostazione

Dopo una breve introduzione al plugin è giunto il momento di installarlo e di affrontare passo per passo la sua configurazione. Alla fine di questa guida sono sicuro che diventerai un esperto ad impostare WordPress SEO by Yoast.

Step 1 – Installazione

Per i newbie di WordPress la maniera più veloce e facile per installare il plugin è tramite il backend del proprio sito in modo che tutto sia automatico evitando quindi di fare danni. Basterà andare in plugin > installa nuovo, inserire nel motore di ricerca “WordPress SEO“, appena avrete trovato il plugin cliccate installa. Terminata la procedura d’installazione attivate il plugin e sarete pronti a configurare WordPress SEO by Yoast.

Se sei un veterano di WP allora puoi scaricarlo direttamente da https://wordpress.org/plugins/wordpress-seo/ ed installarlo nella directory dei plugin (wp-content/plugins).

Bonus Step

Anche se il plugin da la possibilità di importare le informazioni da altri plugin SEO, la lista di plugin compatibili è molto ristretta, quindi se hai già usato in precedenza altri plugin per fare SEO su wordpress e non vuoi perdere i dati e le impostazioni c’è un plugin che ti aiuta a trasferire il tutto da un plugin all’altro. Per dargli un’occhiata e scaricarlo visita la pagina relativa al plugin http://wordpress.org/plugins/seo-data-transporter/ altrimenti cerca dal backend “SEO data transporter.

Step 2 – Webmaster Tools

Una volta installato il plugin comparirà nel menu a colonna di sinistra una vistosa icona arancione a forma di chiave inglese, cliccate senza timore e iniziamo a configurare il plugin. La pagina che vi accoglierà vi permette di inserire il codice di verifica dei vari strumenti per webmaster come Google Webmaster Tool, Bing Webmaster Tool, Alexa, Yandex e Pinterest.

Se avete già verificato il vostro sito nei servizi citati sopra non dovete fare altro che ignorare questo passaggio.

verifica webmaster tool su wordpress seo

STEP 2 – Titoli e Metadati

I titoli e i metadati sono una delle parti più importanti di WordPress SEO by Yoast. Nelle impostazioni generali il plugin ci da la possibilità di forzare la riscrittura dei titoli, scegliere il separatore che più vi aggrada, impostare i metadati di tutto il sito e pulire la sezione <head> del sito. La sezione contiene, oltre alla pagina generale, 4 ulteriori sotto pagine (Home, tipi articoli, tassonomie ed altro ).

Generali

Nella scheda generale le impostazioni che consiglio sono:

  • forzare la riscrittura dei titoli
  • non indicizzare le sottopagine degli archivi
  • lasciare invariata la parte delle meta keywords
  • aggiungere noodp e noydir così i motori di ricerca non usano la descrizione contenute nelle directory come DMOZ e Yahoo! Directory
  • Checkare tutte le voci per pulire l’head

Home, tipi di articoli, tassonomie ed altro

La tab Home aiuta a specificare il titolo e la meta descrizione della tua homepage, i quali verranno poi visualizzati nei vari motori di ricerca.

I tipi di articoli e le tassonomie ti permettono di configurare i titoli e le descrizioni di ogni pagina e articolo del tuo blog. Nell’ultima Tab denominata “altro” puoi modificare le impostazioni degli archivi e delle pagine di errore (es. 404).

Qui non ci sono impostazioni consigliate tipicamente la struttura di un meta title corretto è:

  • ogni pagina deve avere un meta title differente l’uno dall’altro;
  • deve essere specifico e non generico
  • ne troppo lungo ne troppo corto
  • includere almeno una parola chiave legata alla pagina

Cercate di rispettare questi pochi e semplici consigli e il vostro titolo assumerà sembianze SEO Friendly.

Step 3 – Social Media

Ormai siamo tutti stufi di affermare che questa è l’era dei Social Network, quindi perché saltare la scheda sui Social Media offerta da WordPress SEO by Yoast?

Con le impostazioni per Social Media puoi abilitare la Google Autorship (cosa utile fino a venerdì scorso), le Card di Twitter e i meta dati per Facebook Open Graph istantaneamente sul tuo sito, ti basterà inserire il link della tua pagina facebook, del tuo profilo di twitter e della tua pagina Google Plus.

Step 4 – Sitemap XML

Mi è capitato più volte di prendere in gestione siti internet già avviati alla quale serviva qualche miglioramento. Puntualmente mancava la sitemap, magari per pigrizia o per dimenticanza non veniva inserita dai precedenti webmaster.

Quando si creano siti statici solitamente si genera una sitemap statica e quella rimane fino ad un nuovo update, ma su wordpress dove tutto è in movimento creare sitemap statiche sarebbe un suicidio per questo WordPress SEO ti aiuta a creare sitemap che si aggiornano automaticamente con un sacco di funzionalità a disposizione.

Nella configurazione si possono lasciare le impostazioni di default, ma se si vuole modificare a tutti i costi qualcosa dai un’occhiata ai post types e le tassonomie ed escludi ciò che non ti importa.

Impostazioni sitemap xml su wordpress seo by yoast

Step 5 – Permalinks

La sezione dedicata ai permalinks ti permette di apportare configurazioni avanzate ai link del tuo sito. Il mio consiglio è quello eliminare la parte relativa alle categorie negli URL (come consigliato dal plugin stesso), reindirizzare gli allegati e rimuovere tutte le variabili dagli URL in modo tale da rimuovere tutti gli URL non necessari.

Se desideri mantenere le variabili nei tuoi link ricordati di definire il loro significato all’interno di Google Webmaster Tool.

Se non si hanno troppe pretese per quanto riguarda il canonical potete lasciare le impostazioni base, altrimenti scegliete se forzare l’http o l’https.

Step 6 – Link Interni

La sezione per i link interni offre un comodissimo codice per implementare le breadcrumbs o briciole di pane che dir si voglia. Oltre allo snippet troviamo le impostazioni per personalizzarle. Personalmente l’ho usato più di una volta e l’ho sempre apprezzato, implementazione consigliata.

briciole di pane abilitate su SEO by Yoast

Step 7 – Rss

WordPress SEO by Yoast aggiunge automaticamente contenuti al tuo RSS. Più precisamente è progettato per aggiungere un link che rimanda al tuo articolo o al tuo blog, una sorta di difesa contro i ladri di contenuti che aggiungeranno a loro volta automaticamente questi links, aiutando Google e compagnia ad identificare la fonte originale.

Step 8 – Importa ed Esporta

Se stai installando WordPress Seo by Yoast per la prima volta e hai usato in precedenza altri plugin come ad esempio All in One SEO puoi utilizzare lo strumento per importare tutte le impostazioni e renderle operative su WordPress SEO.

Se invece stai cambiando plugin e vuoi esportare le impostazioni nessun problema ti basterà infatti cliccare sul tasto “Esporta” per poter ottenere una cartella .zip da caricare su un altro plugin.

Step 9 – Bulk Editor

Il Bulk Editor ti da una visione globale dei tuoi articoli e delle pagine, così da modificare al volo le pagine che meno ti soddisfano. Lo trovo molto comodo quando magari si inizia una prima analisi SEO su un dominio già operativo.

STEP 10 – Modifica Files

Come anticipato all’inizio dell’articolo SEO by Yoast da la possibilità di modificare i file .htaccess e il robots.txt in maniera semplice e veloce senza dover accedere via ftp al proprio server.

modifica files robots.txt e .htaccess da SEO by Yoast

Estensioni

Nelle versioni più recenti di WordPress SEO by Yoast è possibile acquistare licenze per estendere il pacchetto base. Il plugin da la possibilità di acquistare:

  • Versione premium con più funzioni e supporto
  • Video SEO per ottimizzare i propri video e ricevere più click dai motori di ricerca
  • News SEO per ottimizzare al meglio il proprio contenuto per Google News
  • Local SEO per ottimizzare il sito a livello locale.

Conclusioni

Ho avuto modo di provare molteplici plugin per la SEO, ma WordPress SEO by Yoast è il migliore sulla piazza, pieno di funzionalità comodissime che ti permettono di ottenere un SEO experience davvero elevata. Tu che plugin usi? Hai avuto esperienze con il plugin di Joost the Valk?